Come funzionano le quote nelle scommesse?

Apparentemente il mondo delle scommesse può sembrare complesso ed articolato, in realtà invece quando si comprendono i meccanismi del gioco anche chi è alle prime armi può giocare una schedina. Uno degli aspetti fondamentali e legato alla scommessa sportiva riguarda le quote. Scopriamo insieme cos’è una quota e come funziona.

Che cos’è una quota

Si può definire sinteticamente la quota come il calcolo delle probabilità che viene assegnato ad un determinato risultato concernente uno specifico evento sportivo. Nel caso in cui la scommessa fosse vincente, il giocatore otterrà il denaro che ha impiegato per quella giocata, moltiplicato per la quota. Per spiegare meglio il concetto ecco un esempio: il giocatore “X” per la giocata “Y” scommette dieci euro per una partita quotata a 2.00. Nel caso in cui la giocata fosse vincente allora lo scommettitore vincerà una cifra pari a 20 euro. Ciò significa che per ogni euro giocato per quella scommessa, in caso di esito favorevole, viene pagato 2 euro, quindi 2,00(valore della quota)x10€(importo scommesso)=20 euro(vincita totale).

Come viene calcolata una quota

Dopo aver capito cos’è una quota, chi si affaccia per la prima volta nel mondo delle scommesse chiaramente si domanderà qual è il metodo attraverso cui vengono calcolate determinate quote. Questo procedimento non è alla portata di chiunque poiché i diversi siti di scommesse lavorano mediante complessi algoritmi capaci di assegnare probabilità corrette mediante un incrocio di dati relativi ad ogni singola partita. In questo modo, i vari bookmaker presenti online offrono ai giocatori quote che si avvicinano all’esito dei diversi match. Queste, però, cambiano spesso il valore a seconda di determinati criteri, come ad esempio la squadra che era quotata meno segna inaspettatamente un goal; in questo caso, le quote assegnate per quel match cambiano in virtù dei fatti appena accaduti. Ciò però non è il solo caso per cui mutano i valori delle quote.

In quale modo vengono modificate le quote

Si tratta di uno degli aspetti che più viene affrontato dai vari bookmaker. Quando si decide di apporre una modifica ad una determinata quota, questa viene fatta tenendo in considerazione i diversi equilibri di ogni match. Nel caso in cui molti scommettitori puntino in maniera elevata sulla quota “x” di quella determinata partita, per indurre gli altri giocatori a puntare su una quota alternativa, il valore iniziale della quota “x” tenderà a diminuire e si allineerà con le altre quote già presenti.

Probabilità e quota: ecco il calcolo

Dopo aver appreso qual è la quota assegnata ad un determinato match è possibile dedurre la probabilità che ogni bookmaker attribuisce ad ogni esito, utilizzando la formula 100/quota. Per spiegare meglio questo concetto, ecco un esempio: se il sito di scommesse assegna ad un evento “X” la vittoria con la quota 1,3, allora la probabilità che vi sarà un esito positivo per quanto riguarda quel match è pari a 76,9.

Conclusione

Attraverso questo articolo è stato affrontato il tema delle quote, argomento su cui molte persone, soprattutto i neofiti del mondo delle scommesse, tendono ad avere un po’ di confusione. Dopo che si è riusciti ad entrare nel sistema, allora basterà solo una calcolatrice alla mano e scommettere sarà semplice e alla portata di chiunque.